Open Gallery


4, 5, 6 e 7 dicembre 2019

 

ART GAP / ART SHARING / CONT CLUSTER / EX GALLERIA / GALLERIA LA NICA / GALLERIA MODERNI / MEDINA EVENTI, ARTE, DESIGN / OTTO GALLERY / PONZI ART GALLERY / TAG / TRART GALLERY / DICÒ ART GALLERY e tante altre

 

Open Gallery sono notti giornate dedicate alle Arti Visive durante le quali 26 Gallerie d’Arte Contemporanea ospiteranno altrettanti giovani artisti emergenti italiani ed internazionali under 39. Un modo per dare l’opportunità ai giovani talenti dell’arte contemporanea di mettersi in mostra e allo stesso tempo entrare in contatto con i galleristi. Le gallerie resteranno aperte di notte per creare un momento esclusivo di fruizione che metta in risalto l’evento, gli artisti, ma anche le gallerie stesse che grazie a questo circuito potranno essere esplorate e conosciute dal pubblico. 

Open Gallery è uno dei progetti speciali della BiennaleMArteLive.

 

CONTENUTI CULTURALI

Lo scopo principale di Open Gallery è diffondere arte e cultura e promuovere i giovani artisti contemporanei ospitandoli nelle gallerie che di solito attendono che un’artista sia già affermato e  sensibilizzando, stimolando ed educando il pubblico, ma soprattutto le nuove generazioni ad un consumo culturale di qualità.

 

Il nostro obiettivo è nasce dalla consapevolezza che molti giovani artisti talentuosi non riescono a trovare le condizioni giuste per essere valorizzati perché non riescono ad accedere agli spazi che sappiano coinvolgerli nel modo giusto e presentarli al pubblico. Non basta infatti essere un bravo artista per essere riconosciuti, bisogna anche sapersi affidare alle persone giuste per promuoversi e le gallerie sono lo spazio con gli addetti ai lavori che ricoprono questo ruolo. Oltre che favorire la fruizione delle opere dei giovani artisti attraverso una piacevole camminata nelle strade romane che connetteranno le gallerie coinvolte, Open Gallery ha la finalità di creare un'opportunità di visibilità e una prospettiva di crescita per gli artisti che potranno acquisire nuovi contatti professionali. Fare accadere tutto ciò in un momento inusuale (la notte) aiuta a rafforzarne le finalità raccogliendo tutto in un momento speciale e meno frenetico.

Altro obiettivo primario è quello aumentare le potenzialità e la visibilità delle Gallerie d’Arte, soprattutto nei confronti del pubblico che grazie alla rete elaborata per l’evento disporrà di una mappa orientativa e descrittiva con i riferimenti delle gallerie.

Il progetto vuole creare e incrementare l’interazione tra Artista - Gallerie D’Arte - Pubblico, creando benefici e opportunità per tutti e tre. 

Ogni Artista, infatti, in dialogo con la galleria dovrà elaborare e pensare la sua esposizione ad hoc per la serata e per lo spazio nel quale esporrà. La selezione e la distribuzione degli artisti sarà fatta a stretto contatto con le gallerie stesse che potranno sin dalla fase di selezione avvicinarsi all’artista.

Grazie al flusso generato  il fruitore/visitatore potrà girare le strade romane apprezzandone le bellezze recandosi fino alle periferie dove sono collocate alcune delle gallerie scelte, per creare un movimento anche dove regna la noia o il disagio sociale e urbano. Le gallerie infatti saranno selezionate anche in base a questa finalità del progetto, ossia in relazione al flusso che si andrà a generare nelle Capitale e alla ricaduta socio-urbana che potrà avere. 

Il riferimento artistico principale saranno le Arti Visive, le esposizioni spazieranno tra visual art, pittura, fotografia, scultura, installazioni...rendendo tutto il percorso dinamico ed eterogeneo dando un più ampio respiro alla selezione e consentendo anche una maggiore contaminazione tra pubblico, artisti e gallerie.

Poiché gli artisti coinvolti saranno under 39 e contemporanei, il pubblico di riferimento è prevalentemente giovane e universitario, ma il progetto si rivolge anche alle famiglie che vogliono approfittare per fare una passeggiata tra le strade romane all’insegna dell’arte e soprattutto ai turisti che grazie a questa iniziativa potranno conoscere gallerie romane, ma anche la città stessa e i contesti nei quali le gallerie si collocano che saranno scelti in base a questa esigenza e a questi target.